Le pastiglie mtb

Le pastiglie freni mtb vengono impiegate nei freni a disco e sono costituite da una placchetta in metallo che poggia sul pistone del freno e una superficie di contatto che crea attrito sul disco. Le placchette possono essere in alluminio (producono più calore e sono pesanti), in acciaio (sono più leggere e producono meno calore) e in titanio (poco calore e molto leggere). La superficie da contatto invece, può essere organica, sinterizzata o semi-metallica. La scelta tra questi 3 modelli varia in funzione del modello di bici e dai percorsi che s’intendono effettuare.

Superficie organica o sinterizzata

La scelta tra le pastiglie organiche o sinterizzate mtb varia secondo le prestazioni che s’intendono raggiungere. Le pastiglie organiche sono caratterizzate da un ferodo tenero, costituito da resine, gomma e talvolta da polimeri. Questo prodotto è indicatissimo sul bagnato, ha un’ottima potenza frenante e previene l’usura del disco. Le pastiglie freni mtb sinterizzate hanno un ferodo composto da rame, ferro, acciaio e grafite. Si tratta di un freno durevole, usura solo in parte il disco del freno e presenta una buona resistenza al surriscaldamento.

Pastiglie rumorose

Talvolta ci si può trovare dinnanzi a delle pastiglie freni mtb rumorose. Le cause di questo sono molteplici. La rumorosità può essere prodotta perché i freni non hanno raggiunto la temperatura giusta tra una frenata e l’altra, per cui risultano ancora molto fredde (capita con le pastiglie semi-metalliche), oppure, il rumore è dovuto a una contaminazione della superficie di contatto con olio o altri composti simili. In questo caso è necessario procedere alla sostituzione delle pastiglie. Se il rumore è prodotto successivamente al cambio delle pastiglie, la causa può essere un decentramento dei freni, dove una placca tocca più su una parte del disco piuttosto che sull’altra. In questo caso basta stringere in maniera uguale le placchette e il rumore dovrebbe sparire subito.

Show all 6 Result

Show all 6 Result

Top